Biografia

Da sempre vivo serenamente ad Asti

Ho frequentato la scuola elementare Dante Alighieri, con la maestra Cornioli Graziotti; la scuola media Goltieri, quando ancora era molto “popolare” e diretta dal preside Prof. Marchese; quindi il liceo scientifico Francesco Vercelli, sotto la presidenza del Prof. Cavagnero, ove mi sono diplomato con 60/60.
Il gioventù ho praticato il karate presso il CSKS Asti, del Maestro Gianni Rissone, con grande divertimento e conseguendo come massimo risultato un quarto posto ai campionati Italiani juniores della mia categoria. Tra i compagni di allora, rimasti tutti grandi amici, anche Neri Baglione, oggi importante riferimento per le arti marziali ad Asti.

L’Università

Mi sono laureato a pieni voti in giurisprudenza all’Università di Torino con una tesi dal titolo “Rilievi e considerazioni medico legali sulla sofisticazione dei vini”.
Durante l’università ho lavorato per La Nuova Provincia, sotto la guida dei carissimi amici Carlo Accomasso e Paolo Monticone. Ricordo con affetto il direttore Primo Maioglio e la Sig.ra Cirio, editrice del giornale.

 Avvocato

La professione di Avvocato

Dopo la laurea ho intrapreso la pratica forense presso lo studio Mirale, Leuzzi, Bagnadentro e ho conseguito l’abilitazione alla professione di avvocato presso la Corte d’Appello di Torino, alla prima sessione utile, nel settembre 1995.
Nel 1999 ho costituito con l’amica avvocato Silvia Bianco lo studio legale “Bianco – Brignolo” presso cui tuttora svolgo la mia attività, occupandomi prevalentemente di diritto amministrativo (in particolare dell’urbanistica e dell’edilizia), del lavoro e civile.
Sono consulente legale di un ordine professionale per le questioni attinenti il diritto dell’edilizia, dell’urbanistica e del condominio e assisto, in regime di convenzione con il più importante sindacato della provincia, numerosi lavoratori nelle cause di diritto del lavoro e previdenziale.
Sono Mediatore professionale (d.lvo 28/2010).

 Radio

La famiglia

Sono sposato con Giulia che fa la traduttrice. Ho due figli: 
- Caterina, che frequenta il Liceo Scientifico Vercelli di Asti ed è una giocatrice di pallavolo;
- Michele, che frequenta la media Jona, è un bravo sciatore e gioca a pallacanestro nella Scuola Basket Asti.

Attivita Amministrativa

L’attività amministrativa

Sono stato consigliere comunale della Città di Asti, componente delle commissioni consiliari urbanistica e lavori pubblici, dal 1998 al 2002; consigliere di amministrazione del Consorzio Smaltimento Rifiuti Astigiano dal 2000 al 2002; assessore del Comune di Asti all’Urbanistica, Lavoro e Sviluppo, Sportello Unico per le Imprese, Affari Legali, Polizia Municipale, Aziende partecipate, dal 2002 al 2007; consigliere provinciale, per un beve periodo, nel 2006.
Dal 2007 sono consigliere comunale, con il ruolo di capogruppo del Partito Democratico e componente della commissione urbanistica.

Dal giugno 2012 sono Sindaco di Asti

Progetti

Progetti di cui sono fiero

Tra i progetti di cui vado maggiormente orgoglioso, da me realizzati per la Città allorché ero assessore, ricordo:

  • le varianti al piano regolatore che hanno consentito la localizzazione ad Asti di importanti aziende (Comdata, Officine Pica, MSA);
  • la realizzazione del piano di insediamenti produttivi “privato” nell’area industriale di Quarto e l’avvio del Piano di Insediamenti Produttivi “pubblico”;
  • il Piano Strategico per la Città di Asti e il territorio, elaborato con il contributo di oltre quaranta associazioni ed enti rappresentativi delle realtà sociali ed economiche del territorio, che purtroppo è stato abbandonato dall’attuale amministrazione comunale;
  • il progetto di integrazione al reddito e formazione che ha consentito la ricollocazione di oltre cento cassintegrati di imprese astigiane in crisi;
  • il progetto “start up – go far” che ha consentito la nascita di cooperative che hanno dato lavoro a numerose persone e sono tuttora operative sul territorio;
  • l’introduzione nel piano regolatore di Asti della bioedilizia (per il risparmio energetico e la qualità della vita) e del “codice del paesaggio” per la valorizzazione e tutela dell’area agricola;
  • l’istituzione di un corso per il restauro edilizio e architettonico;
  • l’istituzione di un corso per tecnici dello spettacolo;
  • il rilancio del trasporto pubblico ad Asti, con il raddoppio dei passeggeri, saliti da 6.000 a 12.000 al giorno, l’introduzione dei bus a metano, dell’abbonamento mensile a 10 euro (servizi purtroppo poi ridimensionati dall’attuale amministrazione);
  • l’estensione della zona a traffico limitato e la diffusione delle rotonde che hanno fluidificato il traffico agli incroci più congestionati della città;
  • l’apporto al procedimento per la realizzazione della Autostrada Asti Cuneo; 
  • il contributo dato perché la Tangenziale sud ovest abbia caratteristiche non impattanti e funzione di viabilità locale, finalizzata a sgravare il traffico cittadino;
  • il reperimento delle risorse, mediante procedure di concertazione, per la realizzazione del nuovo canile municipale e per l’acquisizione delle aree dell’oasi faunistica gestita dal WWF in riva al Tanaro;
  • il progetto “Contratti di Quartiere” che ha portato alla Città di Asti oltre sette milioni e mezzo di euro di finanziamenti statali e regionali, con i quali si realizzerà in piazza d’Armi il primo quartiere interamente costruito con i principi della “bioedilizia”: trenta alloggi dell’Atc e altrettanti realizzati dalla cooperative e destinati all’affitto per soggetti deboli, nel verde e con una ricca dotazione di servizi (caserma dei Carabinieri, del Corpo Forestale, palestra, centro di quartiere, negozi, ecc.);
  • la Variante 11 al Piano Regolatore, relativa a via Dettoni, che ha reso possibile la costruzione di 18 alloggi popolari da parte dell’Atc; il Piano di Edilizia Economico Popolare di via Ticino (48 alloggi, parte in affitto a canone agevolato e parte in proprietà divisa a prezzo calmierato realizzati da cooperative); il Programma Integrato di Riqualificazione Urbanistica di viale Pilone (90 alloggi, di cui 30 in affitto a canone agevolato e 60 in proprietà divisa a prezzo calmierato realizzati da cooperative);
  • la costituzione dell’Agenzia C.A.S.A. (Comune di Asti Servizi per l'Abitazione) finalizzata a sostenere le famiglie che necessitano di casa in affitto.
 Politica

L’attività politica

Sono stato il primo segretario della federazione provinciale di Asti del Partito Democratico.Attualmente membro dell'Assemblea Nazionale del Pd.

Progetto per Asti

Prima di tutto il lavoro!

Premete sull'immagine qui sotto per accedere al Monitoraggio dell’attuazione del programma di mandato del Sindaco Fabrizio Brignolo.

Download

L'Avvocato


Per accedere alle note su legge e diritto, premere qui!

Foto Toga

Notizie


Per accedere alle notizie, premere qui!


Contatti

Per l’Avv. Fabrizio Brignolo: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. 0141-436252

Per il sindaco Fabrizio Brignolo: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. 0141-399296  

Web Politic

Fabrizio Brignolo su Facebook!

Facebook



Il canale YouTube di Fabrizio!
Il canale di YouTube