Frane: lavori in corso a Valbella, presto cantieri a Serravalle e Casabianca grazie a 300 mila euro dalla Regione

Frane: lavori in corso a Valbella, presto cantieri a Serravalle e Casabianca grazie a 300 mila euro dalla Regione

I lavori a Valbella I lavori a Valbella
Sono iniziati i grandi lavori per ripristinare alcune frane nelle frazioni della città di Asti. In particolare ruspe e trattori sono all’opera in strada Valbella, che collega la val Rilate a Valle Manina.
Grazie all’intervento dell’amministrazione Brignolo si è superato l’impasse che per anni ha bloccato l’intervento: è stato raggiunto un accordo tra il privato proprietario dell’area soprastante e il Comune proprietario della strada, per la suddivisione dei costi e così si è potuto dare i il via libera al ripristino.

Il cantiere è stato visitato nei giorni scorsi dal Sindaco Fabrizio Brignolo, accompagnato dall’assessore ai Lavori Pubblici Bianchino e dal Consigliere delegato Viarengo.

“Dopo anni di immobilismo riusciamo a far ripartire gli interventi nelle frazioni, che non sono una zona di serie B della Città, ma anzi dei gioielli in cui aria buona e paesaggio sono insuperabili” ha commentato il sindaco. Nei prossimi mesi partiranno anche due altri importanti interventi.

Ringraziamo la consigliera regionale Angela Motta, che ha seguito la pratica con cui la Regione ha riconosciuto il finanziamento per il ripristino della strada che porta al centro di Casabianca, anch’essa chiusa da anni, e la strada vicino alla chiesa parrocchiale di Serravalle” spiega il sindaco Brignolo.

Complessivamente con il “Decreto Commissariale n. 1 del 16 ottobre 2014” il Presidente Chiamparino ha  attribuito alla Città di Asti 300.000 euro che serviranno per i due interventi.   

La strada di Casabianca è ormai stata completamente invasa dalla vegetazione, a causa della chiusura dovuta alla frana e della mancanza di manutenzione protrattasi per anni. “Porremo fine a questo pessimo spettacolo che vede rovi e abbandono in pieno centro di Casabianca” ha detto il sindaco incontrando i cittadini sul posto. Il costo dell’opera che si realizzerà nel 2015 sarà di 150.000 euro.

Stessa somma sarà necessaria per ripristinare la frana sulla strada Briccalone di Serravalle, dove la massa di terra è scivolata proprio di fronte alla chiesa parrocchiale. 
Anche in questo caso si prevede che l’opera sia completata nel 2015: i progetti sono già pronti, in quanto sin dal giugno 2013 la Giunta Municipale aveva approvato preliminari e definitivi.

Parcheggio e risparmio

Camminando tra le note della Solidarietà

Costi della Tasi: Le Città dove costa meno

Il Futuro della Caserma Colli di felizzano

Parcheggi per i clienti dei negozi del centro di Asti: iniziativa della giunta a favore del piccolo commercio

Piazza Vittorio Alfieri ad Asti (Foto di Mark Cooper)


Per rendere disponibili i parcheggi del centro città per i clienti dei negozi e favorire così il commercio nel centro storico, la Giunta municipale di Asti ha deliberato di trasformare in “parcheggi di corona” gli stalli blu già presenti nell’anello esterno di piazza Alfieri e nel tratto di corso Dante tra piazza Alfieri e Largo Martiri della Liberazione.

Contestualmente verranno messi a disposizione dei negozianti, a prezzo super scontato, buoni parcheggio da trenta minuti, che dovranno essere regalati ai clienti, per fidelizzarli e attrarli nel cuore commerciale della città.

Sono complessivamente 150 i posti che non potranno più essere utilizzati dai residenti e dai titolari di abbonamento, ma saranno riservati alla sosta a rotazione, come già avviene nelle altre piazze di corona: piazza Medici, piazza Roma, piazza Catena, eccetera in cui la tariffa oraria è di 1,50 euro e il tempo massimo di parcheggio consentito è di due ore.

Questo comporterà evidentemente un piccolo sacrificio per chi abita e lavora in zona che dovrà, nei giorni di mercato (negli altri infatti resta disponibile alle vecchie condizioni la parte centrale di piazza Alfieri), parcheggiare qualche centinaio di metri più in là, “ma la scelta di privilegiare il piccolo commercio non va solo a sostegno dell’economia, ma di tutti i cittadini, primi gli abitanti della zona, perché le vetrine accese sono garanzia di sicurezza e vitalità” spiega il sindaco Fabrizio Brignolo.

Per offrire ai clienti di parcheggiare gratuitamente in questi nuovi stalli a corona e in tutti gli altri parcheggi a pagamento della città viene anche istituito un nuovo “gratta e sosta” avente validità 30 minuti, che il commerciante pagherà 30 centesimi (in luogo dei 60 o 75 che sarebbero dovuti) e regalerà ai propri clienti più fedeli.

In questo modo i clienti dei negozi riceveranno dal loro commerciante in omaggio un buono parcheggio gratuito della durata di 30 minuti, pagato (sostanzialmente) al 50% dal commerciante e al 50% dalla città.

“Questa delibera – dichiara Brignolo – prova a rispondere con atti concreti alla storica richiesta dei commercianti del centro di avere spazi di parcheggio nelle vicinanze dei propri negozi: vengono infatti riservati centocinquanta stalli alla sosta a rotazione , che potranno essere utilizzati addirittura gratuitamente dai clienti più fedeli dei nostri negozi”. L’attuazione scatterà dopo il Palio.

LE ALTRE INIZIATIVE PER IL PICCOLO COMMERCIO – L’intervento si inserisce in un pacchetto complessivo di iniziative adottate dall’amministrazione Brignolo per tentare di sostenere il piccolo commercio in un momento difficile. Nei giorni scorsi è stata deliberata la triplicazione del contributo ai proprietari di immobili che concedono negozi o botteghe in affitto a canone calmierato (contributo finalizzato a pagare la polizza fideiussoria per le eventuali inadempienze dei conduttori); è stato installato il wi-fi libero nel centro storico (come richiesto dalle associazioni dei commercianti); sono state collocate diverse torrette con l’allacciamento alla rete elettrica per consentire manifestazioni e mercatini in diverse zone della città e sono stati acquistati i palchi utilizzati per le notti bianche e la altre attività di animazione della città.